Haiku Writing Style

Perché uno scrittore dovrebbe imparare a gestire la forma dell’haiku? I vantaggi sono molteplici:

– Si impara a veicolare al meglio immagini ed emozioni in uno scritto, senza usare “troppi caratteri”.
– La metrica dell’haiku è ferale. Saper gestire quella rende quasi rilassante scrivere in libertà totale.
– Aiuta a ricordare le idee! Le piccole poesie sono state usate molte volte come memento. Io stesso, quando devo ricordare qualcosa, butto giù un haiku. Comodissimo quando si hanno idee geniali per il proprio libro.
– L’haiku insegna/costringe ad avere prospettive sinestetiche diverse da quelle a cui siamo abituati. I lettori hanno bisogno anche di questo: punti di vista epifanici!
– Vi farà imparare un sacco di parole nuove! Non si conoscono mai abbastanza termini giusti per rispettare la metrica… C’è sempre quella sillaba di troppo.
– Insegna a trarre il meglio dal qui-e-ora. Quale miglior fonte di ispirazione?

Altre cose che ho dimenticato? Dimmele qui o su Drammi Editoriali 😉

Why should a writer learn the haiku’s form? For multiple reasons:

– Haiku’s form will teach you how to write feelings and images without using “too much text”.
– The metrics are harsh. If you can manage that, anything else will be easier.
– It helps to remember good ideas! Small poetry has always been used as memento. I often use haikus to remember something, awesome to remember a great idea for my book!
– The haiku path will force you to have a different, synesthetic point of view. Readers need this too, an epiphanic way to see things!
– You’ll learn a lot of new words, the ones you know always has one syllable more or less than the metrics needs.
– It’ll let you take the best from the here-and-now. Is there a better inspiration spring?

Annunci

10 risposte a "Haiku Writing Style"

Add yours

  1. È una questione d’esercizio. Quando ho iniziato, ci mettevo ore a comporne uno, adesso (dopo il primo centinaio) mi viene in mente l’intero componimento, con tutte le sue sillabe già a posto. Se invece devo passare da un pensiero preesistente all’haiku, allora sì che devo usare le forbici! Spietatamente.

    Piace a 1 persona

    1. Concordo terribilmente, io ho comprato una roncola appositamente, ma poi vien tagliata grossa e va portata fresata, poi una cartatina con l’abrasiva del 600…. Ma a ‘sto punto un haiku costa talmente tanto che non conviene più.

      Piace a 1 persona

    1. Salve! Per una risposta “rapida” ti indirizzo qui

      https://haikuspot.wordpress.com/come-si-scrive-un-haiku/

      Se poi si va nel dettaglio, esistono diverse concezioni di haiku basate sul fatto che, concettualmente, il nostro alfabeto non è propriamente adatto a scriverle (la stessa metrica in sillabe è una forzatura).

      Ma io me ne batto allegramente e mi affido al 5/7/5 di metrica + kigo e kireji. Bella l’idea dell’abbinamento al quadro, stavo pensando di fare una cosa simile con un mio amico scultore. Se vuoi collaboriamo!

      Mi piace

    1. Ho visto! Ma gli haiku non sono l’unica forma di componimento valida per esaltare piccole scene o dettagli.

      Ti consiglio anche i cherita: forma di componimento narrativo in 3 strofe da 1, 2 e 3 versi, non ci sono altri vincoli… Un esempio:

      Le rocce si spostano.

      Ma è primavera,
      capita con questo tepore.

      Sonnacchiose tartaruga
      si sveglian dal letargo
      cercando frutta e lattuga.

      A mio personalissimo avviso sono una versione narrativa dell’haiku.

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: